fbpx

Prototipare con l’elettronica non è più roba da industria!

Prototipare con l’elettronica non è più roba da industria!

Saprete sicuramente che al giorno d’oggi la tecnologia è andata molto più avanti del normale e che quelle che qualche anno fa erano delle cose impossibili da realizzare sotto il garage di casa, ad oggi sono diventate semplicissime da riprodurre anche da noi Maker.

Ebbene, cercando su internet mi sono imbattuto in diversi siti che risultano una vera miniera d’oro della prototipazione elettronica! Ho trovato vari moduli e microcontrollori pronti per essere usati nei nostri progetti e utili per realizzare qualsiasi cosa abbiamo in mente. 

Iniziamo dal principio, molti di voi si domanderanno cos’è la prototipazione elettronica ed è logico, essendo un termine poco usato vi troverete un po spaesati! Tuttavia, il termine prototipazione elettronica viene appunto da prototipo e cioè un oggetto funzionante che andrebbe a emulare a grandi linee un oggetto finito e perché no, destinato alla vendita.

Grazie alle piattaforma come Arduino o Raspberry è possibile dare un cuore elettronico ai nostri oggetti e farli funzionare veramente! Questo include la possibilità di aggiungere dei componenti al nostro prototipo e che quest’ultimi lo rendano in grado di interagire con il mondo esterno e ovviamente a reagire in base alle azioni dell’utente.

Su questo settore si trova di tutto e di più, dai sensori di movimento, led dai mille colori, accelerometri, giroscopi e chi più ne ha più ne metta! Tra i tanti vi voglio far conoscere i moduli Breakout Garden.

Abbiamo pensato che tutto questo possa essere interessante sia per me che per voi che state leggendo questo articolo, vediamo quindi qualche idea utile e interessante che potremmo realizzare usando qualche modulo che ho selezionato per voi e che volevo mostrarvi!

Una lampada rgb che si illumina in base alle notifiche del cellulare!

Ebbene partiamo dallo smartphone, quell’apparecchio che vi portate in tasca tutti i giorni (ovviamente quando riesce a restare in tasca).

E’ sicuramente il mezzo principale con il quale potete interagire con i vari moduli e accessori presenti in commercio! Un’idea brillante sarebbe quella di realizzare una lampada led che varia il colore della sua luce in base alle notifiche che arrivano sul cellulare! Per fare ciò basterebbero dei led Neopixel! 

prototipazione elettronica

Questi speciali led permettono di essere comandati tramite un solo filo e di essere collegati in serie (uno dietro l’altro) favorendo la realizzazione di quella che potrebbe definirsi una striscia led rgb. Inutile dire che possiamo usarli anche singolarmente!

Questo speciale led contiene al suo interno un chip programmabile microscopico che, con l’ausilio di un software caricato su una scheda, ad esempio Arduino, permette di variare il suo colore, l’intensità luminosa e parlando di una una serie di led, possiamo decidere quale led accendere e in quale occasione farlo.

Con questo tipo di led è possibile realizzare dei giochi di luce e perché no, interfacciandosi con servizi come IFTTT e Adafruit IO è possibile sviluppare delle applicazioni web, come potrebbe essere appunto la nostra simpaticissima lampada smart per le notifiche!

Comandare il nostro computer con i gesti!

Avete mai visto un film di Iron Man ? Bhè sappiate solo che sono bellissimi! Tuttavia, arriviamo al punto. Tony Stark, il protagonista dei film è un tizio super intelligente e soprattutto con molti soldi a disposizione e riesce a muovere con le mani gli ologrammi pieni di informazioni a lui utili.

A tal proposito noi non avremo tutta questa tecnologia a disposizione ma guardando questo modulo (che nient’altro si tratta di un sensore di movimento composto da un accelerometro e un giroscopio), ci è venuto in mente che se usassimo una scheda compatibile con l’emulazione mouse/tastiera tramite usb (quali potrebbero essere per esempio Arduino Leonardo o la più recente Arduino MKR Wi-Fi 1010) potremmo muovere la freccetta del mouse in base al movimento della mano!  

Potremmo posizionare il modulo su un guanto di nostra produzione, e in base a come muoveremo la mano la scheda Arduino collegata al modulo andrà a comandare la freccia del mouse.

Potrebbe ad esempio fare le varie operazioni del mouse, come click e tasto destro, potremmo rilevare determinati tipi di movimento della mano per dare l’input desiderato al computer o molto altro ancora. Ditemi se non sarebbe fantastico creare un guanto ultra tecnologico per comandare il computer senza toccarlo!!! 

Le telecamere termiche non si vedono solo nei film!

Parlando sempre di cose che si possono vedere nei film, senza ombra di dubbio ci sono le telecamere termiche! Questi speciali dispositivi permettono di riprendere una scena e cogliere in quest’ultima il movimento dei corpi in base alla loro temperatura. 

Nello specifico abbiamo a disposizione questo modulo targato Adafruit che permette di rilevare un corpo umano a distanza di 7 metri e ha un range di lettura che va dai 0 C° agli 80 C°, tutto questo è possibile grazie ad alcuni sensori ottici all’infrarosso e ovviamente può essere usata anche di notte!

Potremmo creare un rilevatore per il nostro allarme fai da te in grado di monitorare una determinata scena in modo più accurato e soprattutto, con un po di pazienza nel programmare il tutto, sarà possibile intercettare solo corpi interessanti per la sicurezza e ignorarne altri. 

Come la maggior parte dei dispositivi interfacciabili con Arduino e Raspberry, ovviamente, anche questo ha consumi ridottissimi e può essere alimentato dai 3V a 5V.

Uno schermo per mostrare le informazioni importanti

Se stiamo creando la nostra centrale domotica che controllerà tutta la nostra abitazione, un dispositivi utilizzo per mostrare le informazioni più importanti provenienti dal nostro impianto potrebbe essere senza ombra di dubbio questo display lcd!

Non fatevi ingannare dalla sua dimensione, nello specifico di 0.96”, poiché questo display non solo è colori, ma è possibile utilizzarlo con pochi cavi e può diventare un compagno insostituibile nei nostri progetti. 

Molti di voi diranno che esiste la possibilità di ricevere informazioni direttamente sui cellulari, questo è vero, ma il bello di avere un display inserito in un proprio progetto è senza ombra di dubbio che può essere consultato in qualsiasi momento anche in assenza di Wi-Fi 🙂

Ebbene, per ora questo è tutto, ho voluto darvi un’infarinatura sui dispositivi che possiamo trovare in commercio e che sono interfacciabili con la maggior parte dei dispositivi programmabili come Arduino, Raspberry, Nodemcu etc.

La condivisione nella community

E’ inutile dire che su internet trovate centinaia di questi dispositivi, ognuno adatto per una determinata applicazione e la maggior parte di essi possono funzionare tranquillamente insieme permettendoci di creare dei progetti complessi, composti da sensori, pulsanti, manopole e connettività in modo semplice e veloce.

La cosa interessante di questo mondo è che la stragrande maggioranza di questi moduli e delle schede programmabili è open source e in parole povere è possibile metterci le mani su per migliorarli e personalizzarli in base alle nostre esigenze, creando alcune volte dei prodotti derivati che possiamo vendere a nostra volta.

Una caratteristica dell’open source da non dimenticare, è che questa tipologia di prodotto è sempre supportata da community grandissime pronte a offrire supporto e assistenza a chi ne ha bisogno.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

3 Comments

  1. Antonino

    Molto interessante, sono sempre stupito della tua voglia di sapere, conoscere sempre più.
    Mi piace la tua curiosità ad informati e ad usare tutto quello che proponi sul canale.
    Ciao e buon lavoro.

  2. Diego Beltramin

    La tecnologia mi ha sempre attirato, è una passione fin da piccolo, purtroppo non ho potuto studiare, altrimenti……. Però grazie a molte persone e piano piano, io, sto imparando, progettando e aumentando la mia voglia di conoscenza e ogni volta è un mondo affascinante allo stato puro, grazie sopratutto a te, dove ho visto i più semplici ma interessanti progetti

  3. Marcello

    Ottimo articolo io amo unire la creatività di costruzione di oggetti con elettronica che riesce a gestire se non imparate l’oggetto creato trovo molto istruttivo il tuo articolo. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Costruire le proprie idee, guadagnare online e vivere della propria passione

Iscriviti alla newsletter e scarica il mio PDF gratuito su come guadagnare online con il fai da te e l'artigianato digitale

Costruire le proprie idee, guadagnare online e vivere della propria passione

Iscriviti alla newsletter e scarica il mio PDF gratuito su come guadagnare online con il fai da te e l'artigianato digitale