Creality Ender 3 - La miglior stampante 3D economica sotto i 200€
sabato , 20 ottobre 2018

Creality Ender 3 – La miglior stampante 3D economica

Creality Ender 3. Una stampante 3d economica!

Prima di parlavi della Creality Ender 3 voglio fare alcune considerazioni.

Ho iniziato ad occuparmi di stampa 3D ormai da un’anno ed ho iniziato proprio con una Creality.

In particolare la mia prima stampante 3D è stata la Creality CR-10S.

Una stampante 3D promossa a pieni voti come qualità di stampa, ma che non era alla portata di tutti come budget.

Questa Creality Ender 3 viene incontro alle esigenze di tutti quelli che volevano approcciarsi alla stampa 3D ma non trovavano una macchina qualitativamente valida, facile da assemblare e anche economica.

 

Recensione Creality Ender 3

Contenuto della confezione

unboxing creality ender 3

All’interno della confezione ben imballata trovi la stampante quasi tutta smontata.

Ammetto che vedere così tanti pezzi mi aveva messo un pò di paura inizialmente ma poi, durante l’assemblaggio, mi sono dovuto ricredere.

Oltre ai vari componenti della Creality Ender 3 trovi:

  • un lettore micro SD
  • una scheda micro SD con della documentazione in digitale e un file di esempio da stampare (non basta il filo in dotazione)
  • Diversi accessori per assemblare la stampante 3D
  • Una mini mini bobina di filamento PLA (non basta nemmeno per fare il file di esempio)
  • Uno spillo per pulire il nozzle
  • Un piccolo tronchesino
  • Delle fascette per raggruppare i fili
  • Un piccolo assortimento di nozzle
  • Una spatola

Per una stampante 3D con un prezzo inferiore a 200 €, sono felice di vedere accessori aggiuntivi come ugelli extra, tronchesina e uno spillo per la pulizia dell’ugello inclusi nella confezione.

Dopo aver trovato ogni parte all’interno dalla scatola di cartone, è giunto il momento di iniziare il tanto atteso assemblaggio.

 

Recensione Creality Ender 3

Assemblaggio della Creality Ender 3

Per questo passaggio ho voluto realizzarti un video dettagliato che ti aiuterà passo passo a costruire la tua Creality Ender 3.

 

Se invece preferisci seguire l’articolo eccoti elencati i vari step necessari per l’assemblaggio della stampante 3D.

Step 1

Con 4 viti M5X45 vado ad avvitare le due barre laterali dell’asse Z.

Prestate attenzione perché sono diverse tra loro, infatti dovrete avvitare il profilo con due fori orizzontali e vicini tra loro a sinistra della base, mentre il profilo con i due fori più lontani e posti in verticale, sarà avvitato a destra.

Per completezza ti dico subito che la parte sinistra è quella con il box dell’elettronica nella base.

Step 2

Avvito l’alimentatore con due viti M4X20 nella parte destra della stampante, in corrispondenza dei due fori verticali presenti nel profilo.

Successivamente utilizzo due viti M5X8 per avvitare il pannello di controllo nel profilo destro della stampante.

Questo pannello di controllo andrà avvitato proprio nel profilo estruso.

Step 3

Avvito il fine-corsa dell’asse Z lungo il profilo verticale sinistro.

Nelle istruzioni fanno invitano ad avvitare questo finecorsa a circa 32mm dalla base della stampante.

In realtà io ho notato che hanno creato un dentino in plastica che va perfettamente in appoggio al profilo estruso orizzontale e quindi non vi servirà cercare l’altezza esatta su cui posizionare il fine-corsa.

Step 4

A questo punto vado ad avvitare l’unico motore dell’asse Z nel profilo verticale destro.

La Creality Ender 3, a differenza della Creality Cr-10S, ha un solo motore nell’asse Z.

Potrebbe essere una mancanza notevole che comprometterebbe la qualità di stampa, ma a differenza della Cr-10 che aveva l’asse X di 300mm, questa Creality Ender 3 ha solo 220mm di asse X utile e quindi minor difficoltà nell’alzare tutto l’asse.

Dopo aver avvitato il motore dell’asse Z posizionate la barra filettata all’interno della pinza avvitata al motore.

assemblaggio creality ender 3

Step 5

Questo è il punto più complesso di tutto l’assemblaggio di questa stampante 3D, ma non ho detto che sia difficile.

Infatti prendo il profilo estruso più lungo e stando attendo al verso in cui lo posiziono, vado ad avvitarlo al motore dell’asse X che è già avvitato in blocco al motore dell’estrusore. Per questo step vi consiglio di guardare bene l’immagine qui sotto che vi mostra la posizione esatta tra profilo estruso e gruppo di motori.

assemblaggio creality ender 3

Step 6

Ora faccio scorrere il carrellino dell’estrusore all’interno del binario e successivamente vado ad avvitare il componente K2 che servirà per mantenere l’asse X perpendicolare all’asse Z.

Step 7

Stando attento, faccio passare la cinghia di movimento lungo il binario e attorno al motore dell’asse X.

La aggancio molto facilmente ai due supporti e posso passare allo step successivo.

Step 8

Ora avvito sempre nello stesso asse il componente che lo completerà. Infatti posizionando il tendi-cinghia e andando poi a metterlo in tensione, avrò completato l’asse X

Step 9

Ora faccio scorrere tutto l’asse X lungo i binari verticali dell’asse Z.

Facendo attenzione vado ad inserire la barra filettata all’interno della bronzina già avvitata nel supporto dell’asse X.

non aver paura se vedi che non scorre bene. Ti basterà allentare leggermente le viti in modo che la bronzina si posizioni in modo corretto per scorrere bene.

Step 10

Sono quasi alla fine e poi potrò finalmente stampare il mio primo oggetto con la nuova Ender 3.

Utilizzando le altre 4 viti M5X25 , vado ad avvitare l’ultimo profilo estruso nella parte superiore della stampante.

Questo profilo collegherà i due profili verticali in modo da irrigidire la struttura della stampante 3D.

Step 11

Per completare la parte meccanica della stampante, vado ad avvitare il supporto per la bobina.

Ti confido che non amo l’idea di mettere la bobina sopra alla stampante.

Se infatti fosse nuova e quindi abbastanza pesante, potrebbe creare qualche instabilità o movimento alla stampante mentre si srotola.

Ad ogni modo, a differenza della stampante 3D Prusa che adotta lo stesso sistema di supporto della bobina, questa stampante ha una struttura ben più solida.

Step 12

Non mi manca altro che collegare tutti i cablaggi ai vari motori e fine-corsa.

Il collegamento è molto semplice in quanto i fili sono tutti contrassegnati e sono anche già posizionati vicino al connettore in cui andranno alloggiati. Cosa posso chiedere di più? 😀

Ecco fatto.

In meno di 1h e mezza ho completato l’assemblaggio della mia Creality Ender 3.

Se ne avessi una seconda da assemblare ci impiegherei sicuramente la metà del tempo ora :-D.

 

 

 

Recensione Creality Ender 3

Prime stampe con la mia nuova Creality Ender 3

Recensione Creality Ender 3

Ora che la stampante è assemblata non stavo più nella pelle!

Volevo stampare il mio primo oggetto e così ho inserito la piccola bobina di filamento PLA inclusa nella confezione e poi ho lanciato la stampa del file di esempio presente nella micro SD.

Già, tutto troppo in fretta e senza pensarci due volte.

Speravo solo che il file fosse dimensionato alla quantità di filamento incluso, e invece no.

Dopo aver capito che l’oggetto che sarebbe dovuto nascere era la figura di un cagnolino, ho dovuto interrompere la stampa circa al 30% perché il filamento di PLA non bastava.

Non mi sono demoralizzato e così ho caricato subito una nuova bobina di PLA bianco e ho lanciato la stampa di un particolare vaso.

In base alle dimensioni e alla forma molto particolare, avrei evidenziato ogni possibile errore.

Il risultato è stato strabiliante!!

Una stampa perfetta e paragonabile alla qualità della mia Cr-10S !

La differenza è che questa stampante 3D costa meno della metà!! 😀

Non contento ho lanciato subito altre stampe tra qui un convogliatore d’aria (una miglioria proprio per la stampante 3D) e successivamente un vaso a spirale, inutile ma carino per provare la precisione di stampa.

La stampa con i supporti

Come prime stampe ho successivamente realizzato una pinza meccanica e nuovamente il file di esempio con un nuovo filamento.

Ero curioso di vedere completato questo oggetto stampato in quanto mi ero accorto dalla prima stampa che c’erano anche dei supporti.

Così, proprio per vedere come si comportava la stampante nella realizzazione dell’oggetto avente dei supporti, ho notato con grande felicità che la stampa era venuta in modo eccellente!

La parte a contatto con i supporti non era per niente deformata ma aveva seguito la forma lineare del cagnolino.

Ho anche stampato un oggetto familiare a noi Italiani che in passato, quando non avevo la stampante 3D, ho realizzato con carta igienica e colla vinilica.

Ma ti lascio scoprire quest’ultimo oggetto nel video che ho pubblicato nel mio canale Youtube. Ah, se non ti sei ancora iscritto, cosa aspetti? Iscriviti ora per non perderti i prossimi progetti o i prossimi video sulla stampa 3D.

 

Recensione Creality Ender 3

Specifiche Tecniche

Ecco nel dettaglio le specifiche tecniche della Creality Ender 3:

  • Tecnologia: FDM
  • Area di stampa: 220 x 220 x 250mm
  • Nozzle: 0.4mm
  • Filamento: 1.75mm PLA, ABS, TPU ecc.
  • Velocità di stampa Max. : 200mm/s
  • Risoluzione Layer Max. : 0.1mm
  • Precisione di stampa: +/-0.1mm
  • Piatto riscaldato: Si
  • Connessione: SD Card, USB
  • Schermo LCD : Yes

 

Recensione Creality Ender 3

Software

Per quanto riguarda i software non ti devi preoccupare.

Per poter iniziare a stampare i primi oggetti ti basterà scaricare CURA. Uno slicer che trasformerà un file 3D in file che la stampante 3D riesce a leggere.

In questo video ne ho parlato dettagliatamente.

 

 

Recensione Creality Ender 3

Dove acquistare la Creality Ender 3

Inizialmente ero intenzionato ad acquistare questa stampante 3D dal sito banggood.com . Ho già acquistato molti prodotti da questo sito e mi sono trovato sempre bene.

Ad esempio in passato ho acquistato i componenti per creare il mio box joint jig oppure quando ho avuto il mio primo laser per incisioni.

Il prezzo di questa stampante 3D su banggood è di 172€ circa e la puoi trovare qui.

Poi però ho voluto acquistarla su Amazon anche se costava poco di più e tra quelle in vendita ho acquistato questa.

I motivi che mi hanno spinta ad acquistarla da Amazon sono stati:

  • tempi di consegna (4 giorni circa ed è arrivata anche in anticipo rispetto alla data prevista)
  • garanzia Amazon Prime (se si guasta me la sostituiscono)
  • feedback di chi aveva acquistato la stampante da quel venditore prima di me.

I tempi di attesa se la acquistavo da banggood si allungavano a 40 giorni circa e per poco più di 20€ di differenza ho preferito Amazon.

 

 

Recensione Creality Ender 3

Conclusioni

Per concludere questa recensione sulla Creality Ender 3, il mio parere definitivo è:

“ora non avete più scuse.”

Questo modello è sicuramente la migliore stampante 3D economica!

Come ho detto anche ad altri lo ripeto anche a te.

Secondo me ci dovrebbe essere una stampante 3D in ogni casa, come le televisioni.

In questo modo tutti potranno stamparsi degli oggetti che magari si erano rotti oppure crearsi i propri oggetti per migliorare il proprio stile di vita.

Lascio la parola a te sotto nei commenti.

Check Also

resistenza stampa 3D

Come rendere resistente un oggetto realizzato con una stampante 3D?

Spesso ti faccio vedere come trasformo delle idee in oggetti reali con l’utilizzo della mia …

28 comments

  1. E anche questa sei riuscito a convincermi ad acquistarla :)) ora un suggerimento per le bobine con tanto di link 😉 grazie Matt. Ps , ma poi sei riuscito a scartare Gigiona la fresona ?

  2. Ciao Matt, mi sono appena iscritta al tuo canale perchè la mia intenzione in un prossimo futuro è di acquistare una stampante 3d e di realizzare alcuni miei progetti. Mi affascina l’idea di veder nascere un oggetto dal nulla, trovo questa cosa davvero strabiliante, quasi una magia!!…Ma non voglio stampare il solito cagnolino o rana o vaso che sia, non mi interessa!!…Sono una collezionista, appassionata di serie televisive ed il mio cantante preferito è Elvis Presley…I miei progetti sono proprio questi, realizzare delle statuine dei miei personaggi preferiti. Ora quello che voglio chiederti è, con la stampante Creality Ender 3 si possono stampare delle action figure create da me?…E se si, il software Cura che hai consigliato è in grado di fare tutto questo?…Una principiante come me può accostarsi al mondo delle stampanti 3d o deve lasciar perdere?
    Spero tu possa rispondermi al più presto e togliermi qualsiasi dubbio.

    Ps.Complimenti sei bravissimo!!…Continua così

    • Ciao Comasia,
      io parto dal presupposto che una stampante 3D dovrebbe esserci in ogni casa. Realizzare degli oggetti per crearci delle migliorie in casa è FAVOLOSO. Nel tuo caso con questa stampante tu non avrai nessun problema a stampare le tue action figure. L’unica difficoltà la puoi trovare nel disegnarti le action figure in quanto sono modelli 3D ben più complessi di un vaso o un oggetto regolare come ad esempio una maniglia.
      Ad ogni modo puoi sempre trovare modelli già pronti da stampare e utilizzare la stampante 3D anche per tuoi oggetti personali come piccole riparazioni o migliorie. (Io ho da poco realizzato il supporto per lo spazzolino 🙂 )

  3. Ciao Mattley, sono nuovo nel mondo della stampa 3d e volevo comprarne una per imparare ma che non costasse tanto, mi sono un po’ informato e parlano tutti bene sia di questa Ender 3 che della Anet A8. tu cosa ne pensi?

    • Confermo quanto dicono tutti. Tra le due, la Ender 3 è avvantaggiata sul fatto che si assembla in 1h anche da uno non esperto. Se invece Vuoi risparmiare un pò ma assemblare tutti tutti i pezzi allora va bene anche la Anet A8

  4. Ciao Mat….posso sapere che marca di filamento usi e come ti trovi?

  5. Ciao Mattley, ho appena ordinato la stampante e cosi, per portarmi avanti, sono andato a rivedere i video in cui trattavi l argomento delle stampanti 3d per vedere quale programma utilizzi per fare lo slicer è ho scaricato Cura mi sarebbe di grande aiuto sapere come hai impostato il programma per sfruttarlo al meglio con la Ender 3 visto che nelle stampanti preinstallate non c’è e ci sono un po di parametri da inserire , non vorrei buttare via bobine e bobine di PLA nel tentativo di imbroccare i dati giusti 😀
    Grazie in anticipo

    e tanti complimenti per il tuo lavoro 🙂

    • Ciao Andrea, ti dirò di più. Faccio un articolo dettagliato perché ho scoperto che cambiando slicer stampa 1000 volte meglio.

      • Dai che se domani non collasso sul divano, vista la settimana lavorativa appena finita, mi metto e monto la stampante.. mi fa pena vederla dentro la scatola da ieri 😂

  6. Ho appena finito di montare la stampante, ma non sono riuscito a capire dove mettere in schedina con i files da stampare, spero in una tua rapida risposta grazie.

  7. Ciao. Circa un anno fà ho acquistato una Tronxy Prusa I3, in scatola di montaggio ma fornita con pezzi stampati alla cXXXo di cane (stampati male con layers staccati, insomma uno schifo), e il venditore si è fatto di nebbia,ed ho avuto la fantastica idea di ampliare il piano di stampa a 400 X 400 (sulla falsa riga della cr-10 400X400), rinforzandola tutta stile CNC…..quindi vedendo il tuo blog mi hai convinto e me la sono comperata da AMAZON…..tu hai usato anche filamento PETG e se si con quali risultati? Intanto grazie per le istruzioni e le tue impressioni .

    • Eh si, direi che ora di problemi ne hai molti di meno 😀 Si ho stampato PETG con queste temperature (230° su nozzle e 75° sul piatto) Nessunissimo problema di stampa nemmeno con PETG 🙂 In particolare con questo PETG https://amzn.to/2AUgg1o

      • Si ho proprio acquistato il filamenti che mi hai linkato. Volevo chiederti un consiglio riguardo il gruppo ruote/guida sul profilo 20X40 verticale. Ho notato che ha un sacco di gioco spingendo sul tenditore dal basso verso l’alto. Ho un gioco ci circa 2/3 mm che a mio avviso compromette la precisione di stampa sull’asse Z. Anche tu hai lo stesso problema? Grazie

        • Se spingi molto è normale che si sposti. L’importante è che non “dondoli” senza grande pressione perché in quel caso come dici tu, andrebbe a compromettere la stampa.

  8. Cia Mat. mi hai quasi convinto a comprarla, il mio unico problema è che per i progetti che vorrei realizzare avrei bisogno di un piano di stampa maggiore, all’incirca 60 x 60 con altezza 40. Si lo so, sono esagerato ma per realizzare alcuni plastici le dimensioni sono importanti. cosa mi suggerisci in merito? sono costretto ad orientarmi su stampanti più grandi che costano come un’auto o hai altri suggerimenti? Grazie mille.

    • Purtroppo se le dimensioni ti vincolano sarai costretto a spendere parecchio. L’unica stampante che si avvicina è la Creality CR10S che ho descritto in un altro articolo.

  9. ciao mattley, volevo informati della possibilità di poter aggiungere su questa stampante anche l’auto livellamento, caratteristica molto interessante da aggiungere su una stampante così economica, potrebbe essere un’idea per un video. ti lascio un video da poter vedere : https://www.youtube.com/watch?v=qRk1Yk1vjoI.

  10. Ciao Mattley!!! Una domanda sulla Ender 3… stampa anche abs? Perché nella descrizione di amazon non è specificato, c’è scritto solo pla! Grazie in anticipo per la risposta! 🙂

    • In realtà riesce a stampare anche l’ABS ma con le complicazioni che ha l’ABS. Cioè devi costruire un box per mantenere la temperatura. Meglio stampare PETG che ha le stesse proprietà di resistenza ma è molto più semplice da stampare 😉

  11. ENRICO PAOLETTI

    Scusa Matt ho acquistato e montato la stampante Ender ma quando vado a stampare non prende il filamento o meglio cammina un millimetro avanti e poi lo tira via indietro secondo te è difettata e quindi da rispedire? Grazie

  12. sarei intenzionato ad acquistarla (ender 3) domanda; in caso di mancata corrente cosa succede? grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *