fbpx

6 consigli per usare un compressore ad aria come un professionista del fai da te

6 consigli per usare un compressore ad aria come un professionista del fai da te

Come usare un compressore ad aria? Semplice, scegli quello adatto alle tue esigenze e lo porti in garage. Poi attacchi la presa e inizi a gonfiare pneumatici, spruzzare vernice, pulire gli attrezzi dai trucioli e così via fino ad ammortizzare pienamente la spesa e trasformarla in un investimento a pieno titolo. Ma è veramente così facile?

Basta questo per usare un compressore ad aria senza intoppi e mantenendo questo alleato sempre al massimo dell’efficienza? Ecco una serie di consigli che ti aiuteranno non solo a rispettare la meccanica dell’attrezzo ma anche a ottenere il miglior risultato.

Usare molto il tuo compressore

Come usare un compressore ad aria per diverse ore? La prima regola da seguire in questi casi, purtroppo, non riguarda il modo in cui decidi di muoverti ma la qualità del prodotto acquistato. Se decidi di voler usare questo attrezzo per lunghe sessioni di verniciatura devi puntare verso un prodotto con una buona capacità in termini di litri.

Per un uso semi-professionale un 50 litri è perfetto, senza dimenticare che c’è una differenza sostanziale in termini meccanici: i modelli con cinghia sono per un uso intenso.

Quindi se la tua intenzione è quello di usare il compressore per molto tempo conviene puntare verso un modello con molti litri e con motore a cinghia, non coassiale.

Acquista gli accessori indispensabili

Un compressore è formato da un serbatoio, un motore, un manometro e poco altro. La differenza è nelle estremità che monti per ottenere dei risultati differenti. Ad esempio?

Presto detto: vuoi verniciare il tuo ultimo tavolino da giardino di legno e metallo appena saldato? Hai bisogno di una pistola per la vernice. Devi gonfiare le ruote dell’auto? In questo caso serve il manometro, meglio se digitale. Insomma, se vuoi usare l’aria in modo da gestire tutti gli impegni in officina devi acquistare gli accessori per il compressore.

Regola la pressione aria in uscita

Il manometro che si trova sul compressore (a volte ce ne sono due) è importante perché ti consente di regolare l’aria che esce in modo da utilizzare gli strumenti che hai trovato nel kit accessori nel modo giusto. L’esempio principale e più importante è quello della pistola per verniciare: il modello che hai acquistato viene accompagnato da istruzioni.

come usare un compressore ad aria
I manometri di un compressore insieme al pressostato.

Queste indicazioni indicano a quanti bar utilizzare e come regolare il compressore. Questo ti consente di ottenere il miglior risultato possibile. Il tuo compito?

Rispettare sempre il settaggio ideale per ogni attività svolta, basta usare la manopola che trovi su ogni compressore ad aria moderno e di un certo livello. La regola è molto semplice: svitando questo elemento la pressione diminuisce, avvitandolo aumenta.

Il pressostato è molto importante

Questo elemento serve a indicare qual è il punto in cui il serbatoio smette di incamerare aria, spegnendo il motore, e quando invece deve ricominciare l’operazione. Tutto questo è strettamente collegato ai litri (quindi alla portata) dell’attrezzo che hai acquistato.

Se alzi il carter di plastica che si trova sopra i manometri puoi regolare il pressostato ma la regola di base è semplice: mai toccare questo elemento se non è necessario.

Ovvero quando per qualche ragione il compressore non stacca e non attacca più il motore secondo i criteri base lasciati dal costruttore. Se c’è l’esigenza di regolare questi parametri puoi usare il bullone che regola il livello di pressione massima raggiungibile.

Togli la condensa dal compressore

Quando hai finito con il tuo compressore hai un compito specifico: svuotare il serbatoio ed eliminare la condensa, vale a dire ciò che rimane nella vasca una volta terminato il lavoro. Dovrebbe esserci dell’acqua che non devi lasciar ristagnare nel serbatoio.

Per fare quest’operazione basta svitare la valvola che si trova sotto il serbatoio posizionando una vaschetta per recuperare la risulta. Pochi secondi e hai svolto un compito importante per mantenere il tuo compressore in salute. Ma soprattutto che la condensa in uscita dalla pistola o da altro elemento rovini il tuo lavoro.

Pulisci o cambia il filtro dell’aria

Oltre a una buona attività di pulizia del motore e delle superfici esterne, ci sono altre attività che devi rispettare. Come usare un compressore ad aria ed evitare che le sue prestazioni diminuiscano nel tempo? Devi pulire il filtro dell’aria o magari cambiarlo direttamente. Segui il libretto d’istruzione del singolo modello per capire come e quando cambiare o pulire: di solito si ottiene un buon risultato con un getto d’aria.

Ora devi solo fare un buon acquisto: ecco come scegliere un compressore ad aria adatto alle tue necessità.Se hai qualche domanda lasciala nei commenti.

Se vuoi portare i tuoi progetti da quelli di un semplice appassionato a manufatti di livello professionale e approfondire tutte le materie del making dai un’occhiata ai percorsi della Makers Academy.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Costruire le proprie idee, guadagnare online e vivere della propria passione

Iscriviti alla newsletter e scarica il mio PDF gratuito su come guadagnare online con il fai da te e l'artigianato digitale

Costruire le proprie idee, guadagnare online e vivere della propria passione

Iscriviti alla newsletter e scarica il mio PDF gratuito su come guadagnare online con il fai da te e l'artigianato digitale